055-755347 3D 3D immaging A.N.U.G. acido ialuronico afta afte agnesia alcol alimentazione alito alitosi allattamento allergia amalgama anamnesi anestesia animali da compagnia antibiotici antibiotico anticoagulanti anziani apicectomia apnea notturna apparecchi ortodontici apparecchi per bambini ascessi ascesso assicurazioni assistente autoclave avitale bacio bambini bambino bevande bifosfonati bite bocca Bocca Secca bruxismo bruxista burning mouth syndrome canale YouTube candida capsula capsula staccata capsule capsule provvisorie carico immediato carie carie da biberon cartella clinica CB/CT ceramica chemioterapia chirurgia chirurgia implantare rigenerativa chirurgia orale chirurgia parodontale chirurgia parodontale rigenerativa chirurgia plastica parodontale chirurgia resettiva chirurgia risettiva chlorexidina cibo ciste ciuccio clic articolari collaborazione colletti sensibili colletto colore complicanze ostetriche composito concepimento condizione medica fumare condizioni mediche Conebeam conoscenza eccellente consenso informato conservativa contenzione contratto/preventivo controllo controllo dello stress corona Cr;YSGG-laser cura cura canalare cure canalari decalcificazioni dente dente corto dente del giudizio dente intoccabile dente lungo denti denti avitali denti da latte denti di giudizio denti permanenti denti storti dentifricio dentist dentista detartrasi devitalizzare devitalizzazione diabete diagnosi dieta digitale digiuno dolore dolori dottoressa Dr. Giuseppe Citino dry socket emergenza emorragia endocarditi endocrinologo endodonzia Er erosione erpes eruzione Esperienza estetica estetica rosa estetico estrazione estrazioni età etica faccetta faccetta estetica faccette faccette estetiche facette estetiche FASCHIM FASDAC FASI FASI-open fattore di rischio fertilità filler filo interdentale firenze fistola flabby ridge fluoro frattura fratture frenulectomia frenulo frenulo del labbro frenulo della lingua fumare fumatore fumatori fumo funzionalità fuoco in bocca gengiva gengiva annerita gengive Gengive Infiammate gengivite gengiviti giudizio glicemia granuloma granulomi gravidanza guarigione guarigioni alterate gummy smile gusto herpes igiene igiene orale igiene orale professionale igiene orale quotidiana impianti impianti dentali impianto dentale impianto immediato implantologia infezione cronica infiammazione intarsi intarsio integratori alimentari Invisalign invisibile invisibili istruzioni post-operatorie junk-food kissing disease laser levigatura Lichen Planus lingua logopedista Luisa Lumineers Mal di Gola malattia malattia parodontale malattie cardiovascolari malocclusione medico legale melanoma orale membrana non-riassorbibile rinforzato di titanio membrana riassorbibile menopausa micro-movimenti mobilità morso aperto morso incrociato morso profondo mucosa mucosite necrosi nervo nevi nutrizione obbligo assicurativo obesità occlusione odontofobici odontoiatra odontoiatria odontotecnico omeopatico oncologo operculum ortodontista ortodonzia osso osteogenesi imperfeta osteointegrazione osteonecrosi osteoporosi otturazione otturazioni pace biologica papilla paradenti para-funzioni parodontale parodontali parodontite parodontiti parodontologia parziale patologia del russamento patologia orale paura pazienti oncologici pedodonzia peri-implantite permanenti piede diabetico piezosurgery pigmentazioni piorrea placca Placca Batterica politica ponte ponte protesi totale ponti POSTE-Vita pre-contatto pretesi estetica rimovibile preventivo prevenzione prevenzione di osteoporosi prevenzione spazzolino professionalità PRONTOCARE protesi protesi cosmetica protesi dentali rimovibili protesi fissa protocollo di trattamento per peri-impiantite pulizia pulpite acuta radiofrequenza radiografia radiografia panoramica radiografie radiografie digitale radiografie digitali radiografie endorali e panoramiche recall-system recessione recessione sensibilità recessioni riabilitazioni rialzo del seno mascellare rialzo del seno mascellare piccolo riassorbimento osseo ribasatura rigenerazione rigenerazione contemporanea rigenerazione ossea rigenerazione ossea ortodontica rigetto rimovibile ringiovanimento cutaneo rughe russare S.A.R. saliva saliva colore della mucosa salute SAR sbiancamento scandicci scovolino seconda opinione secondo parere seni mascellari sensibilità servizio sanitario sigillature Sindrome dell'apnea notturna ostruttiva slow Slow Dentistry smalto Smile-design Snap-it Snap-on Smile sonnolenza diurna sorriso gengivale sorriso gengivale e spazzolini spazzolino spazzolino elettrico Specialista in Ortognatodonzia sport stabilità primaria sterilizzazione stile di vita Stomaco stomatite aftosa ricorrente stomatite da fumatore stress strumenti studio stuzzicadenti tartaro tatuaggi tatuaggio da amalgama team tecnico telecamera intra-orale terapia del dolore tomografiche tomografie trattamenti laser-assistiti trattamento ortodontico trattamento sorriso gengivale trattamento transitorio trauma trauma occlusale ulcera videocamera intraorale vitamine e minerali Xerostomia Yana zirconio

Granuloma



COSA 'E UN GRANULOMA

Il granuloma è una lesione apicale, un vuoto nell’osso di sostegno del dente, riempito con tessuto infiammatorio e pus, di solito alla punta della radice. Un paziente normalmente non avverte dolore. Si scopre con la radiografia, ma talvolta anche già dai sintomi, quando si sente il dente sollevato, o se c’è una fistola, che sarebbe una bollicina biancastra sulla gengiva, che produce pus.
Il granuloma si può formare quando il nervo del dente o la polpa dentale muoiono dopo un trauma, oppure a causa di carie profonda, quando è presente un otturazione molto profonda,o nel caso di un insuccesso del trattamento endodontico, quando la devitalizzazione è incompleta. Un dente può essere parzialmente o totalmente avitale e i resti necrotici del nervo vanno in putrefazione. Le tossine dei batteri distruggono l’osso e producono pus. Anche spesse volte non si sente dolore soprattutto quando c'è una fistol, un granuloma può essere considerato una bomba ad orologeria.

DIAGNOSI DI UN GRANULOMA
Con una panoramica si può intravedere, ma con una semplice radiografia endorale si può avere la conferma di un granuloma alla punta della radice o una pericoronite presente. Va detto però che anche la rx endorale ha i suoi limiti e può darsi che questo esame non basta e solo con un CB/CT o immagine3D si può veramente identificare il granuloma e valutare le sue reali dimensioni anche sagittali. In questo modo si può dare una prognosi più precisa al paziente.
Una persone può avere più granulomi dai diversi denti o dale diverse radici del medesimo dente. Lo sviluppo di un granuloma o meno può dipendere anche dal sistema immunitaria di un paziente. I denti con granulomi possono dare dei problemi ai diabetici e a persone con altre malattie sistemiche e vanno sempre trattati. Così anche nei pazienti che devono sottoporsi a chemioterapie vanno risolti tutti i problemi endodontici e parodontali prima di iniziare questa cura importante.

TRATTAMENTO DI UN GRANULOMA
Nel caso di un trauma o di una carie profonda il trattamento consiste nella devitalizzazione. Attraverso la corona del dente si pulisce la camera pulpale e i canali dove si trova il nervo necrotico. Questo trattamento endodontico viene eseguito in una o più sedute. Con la chiusura ermetica dei canali alla punta della radice e con un materiale bioinerte come la “gutta-percha” bisogna aspettare vari mesi per la guarigione. Dalla radiografia vedremo una remineralizzazione dell’osso dove prima si trovava la lesione. Nel caso di un dente già trattato endodonticamente bisogna valutare se è possibile rifare la cura canalare o eseguire un apicectomia, cioè la rimozione della punta della radice in un intervento chirurgico per salvare il dente. In tutti i casi, la guarigione si controlla radiograficamente dopo 6-12 mesi.

CONSEGUENZE DI UN GRANULOMA I
Quando il diametro di un granuloma sulla radiografia supera le 5 mm, lo si può chiamare una ciste odontogena. Va valutato attentamente se è ancora il caso di tentare un ritrattamento endodontico oppure un'apicectomia. Spesse volte conviene un' estrazione seguita, dopo la guarigione della lesione nell'osso, dall'inserimento di un impianto dentale, che ha una prognosi molto più favorevole di qualsiasi tentativo di salvare un dente in quelle condizioni. Nello Studio Moll usiamo il laser per decontaminare bene il sito post-estrattivo per eliminare tutti i microbi che in certi casi ci permette di mettere l'impianto immediatamente all'evento dell'estrazione.        
                                                                                                                                                                                                                           
CONSEGUENZE DI UN GRANULOMA II
Un granuloma può creare una grande perdità di osso a causa dell'infezione cronica, bisogna in quel caso ricostruire l'osso mediante le tecniche di rigenerazione ossea prima di poter proseguire con l'inserimento di un impianto. Se il danno è limitato si può fare la rigenerazione ossea contemporaneamente al posizionamento dell'impianto.