055-755347 3D 3D immaging A.N.U.G. acido ialuronico afta afte agnesia alcol alimentazione alito alitosi allattamento allergia amalgama anamnesi anestesia animali da compagnia antibiotici antibiotico anticoagulanti anziani apicectomia apnea notturna apparecchi ortodontici apparecchi per bambini ascessi ascesso assicurazioni assistente autoclave avitale bacio bambini bambino bevande bifosfonati bite bocca Bocca Secca bruxismo bruxista burning mouth syndrome canale YouTube candida capsula capsula staccata capsule capsule provvisorie carico immediato carie carie da biberon cartella clinica CB/CT ceramica chemioterapia chirurgia chirurgia implantare rigenerativa chirurgia orale chirurgia parodontale chirurgia parodontale rigenerativa chirurgia plastica parodontale chirurgia resettiva chirurgia risettiva chlorexidina cibo ciste ciuccio clic articolari collaborazione colletti sensibili colletto colore complicanze ostetriche composito concepimento condizione medica fumare condizioni mediche Conebeam conoscenza eccellente consenso informato conservativa contenzione contratto/preventivo controllo controllo dello stress corona Cr;YSGG-laser cura cura canalare cure canalari decalcificazioni dente dente corto dente del giudizio dente intoccabile dente lungo denti denti avitali denti da latte denti di giudizio denti permanenti denti storti dentifricio dentist dentista detartrasi devitalizzare devitalizzazione diabete diagnosi dieta digitale digiuno dolore dolori dottoressa Dr. Giuseppe Citino dry socket emergenza emorragia endocarditi endocrinologo endodonzia Er erosione erpes eruzione Esperienza estetica estetica rosa estetico estrazione estrazioni età etica faccetta faccetta estetica faccette faccette estetiche facette estetiche FASCHIM FASDAC FASI FASI-open fattore di rischio fertilità filler filo interdentale firenze fistola flabby ridge fluoro frattura fratture frenulectomia frenulo frenulo del labbro frenulo della lingua fumare fumatore fumatori fumo funzionalità fuoco in bocca gengiva gengiva annerita gengive Gengive Infiammate gengivite gengiviti giudizio glicemia granuloma granulomi gravidanza guarigione guarigioni alterate gummy smile gusto herpes igiene igiene orale igiene orale professionale igiene orale quotidiana impianti impianti dentali impianto dentale impianto immediato implantologia infezione cronica infiammazione intarsi intarsio integratori alimentari Invisalign invisibile invisibili istruzioni post-operatorie junk-food kissing disease laser levigatura Lichen Planus lingua logopedista Luisa Lumineers Mal di Gola malattia malattia parodontale malattie cardiovascolari malocclusione medico legale melanoma orale membrana non-riassorbibile rinforzato di titanio membrana riassorbibile menopausa micro-movimenti mobilità morso aperto morso incrociato morso profondo mucosa mucosite necrosi nervo nevi nutrizione obbligo assicurativo obesità occlusione odontofobici odontoiatra odontoiatria odontotecnico omeopatico oncologo operculum ortodontista ortodonzia osso osteogenesi imperfeta osteointegrazione osteonecrosi osteoporosi otturazione otturazioni pace biologica papilla paradenti para-funzioni parodontale parodontali parodontite parodontiti parodontologia parziale patologia del russamento patologia orale paura pazienti oncologici pedodonzia peri-implantite permanenti piede diabetico piezosurgery pigmentazioni piorrea placca Placca Batterica politica ponte ponte protesi totale ponti POSTE-Vita pre-contatto pretesi estetica rimovibile preventivo prevenzione prevenzione di osteoporosi prevenzione spazzolino professionalità PRONTOCARE protesi protesi cosmetica protesi dentali rimovibili protesi fissa protocollo di trattamento per peri-impiantite pulizia pulpite acuta radiofrequenza radiografia radiografia panoramica radiografie radiografie digitale radiografie digitali radiografie endorali e panoramiche recall-system recessione recessione sensibilità recessioni riabilitazioni rialzo del seno mascellare rialzo del seno mascellare piccolo riassorbimento osseo ribasatura rigenerazione rigenerazione contemporanea rigenerazione ossea rigenerazione ossea ortodontica rigetto rimovibile ringiovanimento cutaneo rughe russare S.A.R. saliva saliva colore della mucosa salute SAR sbiancamento scandicci scovolino seconda opinione secondo parere seni mascellari sensibilità servizio sanitario sigillature Sindrome dell'apnea notturna ostruttiva slow Slow Dentistry smalto Smile-design Snap-it Snap-on Smile sonnolenza diurna sorriso gengivale sorriso gengivale e spazzolini spazzolino spazzolino elettrico Specialista in ortognatodonzia sport stabilità primaria sterilizzazione stile di vita Stomaco stomatite aftosa ricorrente stomatite da fumatore stress strumenti studio stuzzicadenti tartaro tatuaggi tatuaggio da amalgama team tecnico telecamera intra-orale terapia del dolore tomografiche tomografie trattamenti laser-assistiti trattamento ortodontico trattamento sorriso gengivale trattamento transitorio trauma trauma occlusale ulcera videocamera intraorale vitamine e minerali Xerostomia Yana zirconio

Estrazione

Si deve togliere il dente! Una decisione dura e definitiva che può preoccupare.
Perché si toglie un dente?

Nei bambini si toglie quando il dentino di latte non se ne vuole andare e inibisce l’eruzione del dente permanente che sta sotto, o quando un dente di latte ha un ascesso che non si riesce a fare guarire. Nel bambino e nel ragazzo possiamo togliere un dente permanente per ragioni di affollamento, cioè ci potrebbe essere troppo poco spazio per collocare tutti i 16 denti in un’arcata. Dopo un accurato studio degli spazi disponibili l’ortodontista potrebbe consigliare di togliere eventualmente alcuni premolari per poter arrivare ad un equilibrio tra l’arcata inferiore e superiore.

Negli adulti di solito togliamo un dente se è veramente arrivato all’ultima spiaggia, per esempio quando a causa della parodontite ha una mobilità di terzo grado (una bandiera nel vento) per mancanza di osso di sostegno.
Una carie profonda ed estesa che ha intaccato anche la radice può essere la ragione di un’estrazione.
Altra indicazione si verifica quando una cura canalare e un’apicectomia non hanno avuto un esito positivo. Magari il granuloma si sta trasformando in una ciste o la fistola continua ad avere un essudato purulento, e allora è meglio togliere il dente.
Il dente del giudizio viene tolto quando c’è una mancanza di spazio od è incluso nell’osso e di conseguenza erotto solo parzialmente.

Quando un dente viene tolto e decidiamo di mettere un impianto dentale per sostituirlo, facciamo nei casi indicati una rigenerazione ossea post-estrattiva immediata. Vuole dire il pulire adeguatamente con il laser l’osso e la ferita e riempire il sito post-estrattivo, ovvero lo spazio nel osso dove stava il dente prima, con un osso artificiale. Copriamo quindi il tutto con una membrana per poter ottenere già da subito una quantità di osso sufficiente per poter posizionare un impianto in un secondo tempo, e per evitare che l’osso dopo l’estrazione si riassorba in modo eccessivo. Nei casi indicati posizioniamo immediatamente l’impianto dopo l’estrazione e la decontaminazione laser. Qui però vogliamo rivalutare bene con te i vantaggi e gli svantaggi dell’impianto immediato. Potremo poi nella stessa giornata posizionare una capsula provvisoria sul dente, in modo che nemmeno un giorno sta senza dente. Certo non ci si può masticare ma la funzione estetica è garantita.

Un dente viene tolto quando l’anestesia funziona completamente in modo che non si avverta alcun dolore. Usiamo diversi strumenti per sollevare il dente dalla sua sede. Magari si sente nel lavorare una leggera pressione, ma di solito ci vuole più tempo a mettere l’anestesia che a togliere il dente.Certe volte facciamo una coagulazione con il laser e non usiamo suture ed altre volte invece applichiamo alcune suture. Bisogna stringere fra i denti una garzina per mezz’ora ed eventualmente mettere del ghiaccio sulla guancia.

Nei pazienti che per ragioni mediche devono prendere degli anticoagulanti proseguiamo con l’estrazione dopo che abbiamo fatto un accordo sulle tempistiche dell’intervento e quelle dell’assunzione del farmaco in consiglio col medico curante. Come cura post- estrattiva applichiamo le spugne di collagene e suturiamo accuratamente accanto alla coagulazione laser. Il paziente dovrebbe tenere a disposizione l’acido tranexamico per eventuali sciacqui o tamponamenti con la garza imbevuta del prodotto per l’eventualità che ci fosse ancora un fuoriuscita di sangue.

In caso di emorragia post-estrattiva bisogna annodare un fazzoletto di cotone, stringere il nodo del fazzoletto tra i denti e sulla ferita e mettere del ghiaccio contro la guancia e tenere la testa sempre in posizione sollevata, non sdraiarsi.

Per evitare un sanguinamento bisogna evitare di sciacquare la bocca, o di succhiare sulla ferita. Bisogna inoltre parlare poco, non agitarsi e dormire con un cuscino in più.
Non si dovrebbe disturbare il coagulo nel sito post-estrattivo perché può dare una guarigione alterata che allunga notevolmente i tempi di chiusura della ferita. Allo stesso modo anche il fumo rallenta del 50% la guarigione e può provocare una forte infiammazione all’osso disseccato dal fumo. Questa condizione si chiama dry socket e causa un grande dolore e richiede un trattamento molto lungo per fare guarire la ferita definitivamente.